Cosa dire della Sicilia? Cosa vi fa venire in mente sentendo la parola “Sicilia”?  Sole, allegria, calore. Cos’altro?

I dialetti
I dialetti parlati in Sicilia sono tantissimi e pieni di sfaccettature nei quartieri delle singole città. il siciliano è una lingua a tutti gli effetti, con una storia e una grammatica propria. Sono diverse le matrici del dialetto siculo: indoeuropea e mediterranea ; greca ; araba ; franco-normanna; gallica; iberica .

La cucina
Oltre al mix di tradizioni e culture anche la cucina siciliana piace a tutti, a grandi e piccini.
Il simbolo della sicilia è la cassata, i cannoli, la granita. E poi lo street food : panelle , crocchè,  sfincione , panino con la milza , stigghiole .

I carretti siciliani
Uno dei simboli della cultura siciliana è il variopinto carretto siciliano.

La letteratura
È piena di scrittori illustri la Sicilia. La Scuola Siciliana; Luigi Pirandello  Nobel per la letteratura; Luigi Capuana; Giovanni Verga ; Salvatore Quasimodo altro premio Nobel; Giuseppe Tomasi di Lampedusa; Leonardo Sciascia; Alessio Di Giovanni.

Il teatro dei Pupi
Antica tradizione per grandi e piccini.

Feste locali
Ogni comune ha il suo patrono e quindi i  festeggiamenti in suo onore. “Il Festino di Santa Rosalia” ; “la Festa di Sant’Agata”; “santa Lucia” a Siracusa.

 

INGRESSO E ATTIVITÁ RISERVATE AI SOCI DELL’UNIVERSITA’ POPOLARE DI PALERMO.
Corso istituzionale con il contributo standard di € 20. In tutti i corsi istituzionali il nome del docente verrà indicato in sede di convocazione dei partecipanti. Si cercherà, comunque, di designare gli stessi docenti dell’anno precedente.
Il corso verrà attivato con minimo 6 partecipanti.
Il corso si avvierà dal 23 ottobre 2017 (o in data successiva che verrà comunicata per e.mail ai partecipanti) e si chiuderà entro il 30 maggio 2018.
Giorno:    giovedì 16.00/17.30   Il giorno e l’ora delle lezioni potrebbero subire variazioni.
Sede:        Via Parrini 14a – Palermo (angolo Via Brunelleschi)